Villa la Ripa - L'Arte del Vino in Terra Toscana Cinese Le nostre foto Home Page Villa La Ripa Facebook Villa La Ripa Google Maps Twitter Villa La Ripa English
 
vini toscana
-
 
     
  Home Page  
   
  L'Azienda  
   
  Il Vino  
   
  L'Olio  
   
  Cosmetici Di Vini  
   
  News  
   
  Link  
   
  Dove Siamo  
   
  Contattaci  
   
  Turismo del Vino  
   
     
     
 
ricette
 
   
  Castagnaccio  
 

Ingredienti:



  • 300 gr di farina di castagne

  • pinoli

  • acqua

  • olio extravergine di oliva

  • sale

  • rosmarino


Preparazione:


Prendete 500 gr di farina di castagne e setacciatela in una ciotola. Aggiungete un pizzico di sale, mescolatela lentamente insieme all’acqua fredda, in modo da ottenere una pastella liquida e aggiungete una manciata di pinoli.


Alcune persone aggiungono noci, altri anche uvetta e altri ancora mettono delle foglie di rosmarino.


Prendete una teglia da forno abbastanza grande in modo che il castagnaccio sia alto un dito.


Oliate leggermente la teglia, versate il composto nella teglia e cospargete un po’ di olio su di esso.


Cuocete in forno per circa 30 minuti (180 C) o finche’ la parte superiore risulta spaccata.


 

 
     
 
  Cenci  
 

I dolci carnevaleschi italiani piu’noti sono i Cenci, conosciuti anche come Frappe, Chiacchiere e Fiocchi.


Ingredienti:



  • 500 gr di farina

  • 3 ouva

  • 50 gr di zucchero

  • 1 cucchiaio di Vinsanto o grappa

  • zucchero a velo per decorare

  • olio per friggere o lardo


Preparazione:


Fare un impasto piuttosto duro con questi ingredienti, impastare a fondo, e aggiungere altra farina se risulta troppo morbido. Una volta impastato, lasciate riposare, coperto bene con pellicola trasparente, per circa un'ora.


Stendere la pasta in 3 mm di spessore e utilizzate una ruota pasticceria seghettata per tagliare a striscioline lunghe come il palmo della mano e larghe due dita.


Friggere in olio bollente o strutto, e spolverare con zucchero a velo quando sono freddi.

 
     
 
  Pizza fatta in casa  
 

La pizza fatta in casa e’ molto piu’ facile da fare di quanto si creda.


Ingredienti per fare 2 pizze:



  • 500 gr di farina

  • 350 ml di acqua

  • 10 gr di lievito

  • 1 cucchiaio di olio

  • 1 cucchiaio di sale


Preparazione:


Iniziate sciogliendo il lievito in acqua calda. Mentre aspettate che il lievito si sciolga, aggiungete l'olio, il sale e l'acqua alla farina. Una volta che il lievito si e’ sciolto, aggiungetelo alla farina. Dopo aver aggiunto gli ingredienti liquidi alla farina, mescolate per un po ', ma ben presto avrete bisogno di usare le mani.


Una volta che l’impasto ha assorbito tutta la farina continuate ad impastare la pasta per qualche minuto.


Quando l’impasto e’ pronto, mettetelo in una  ciotola, copritelo e lasciatelo riposare in un luogo caldo per un'ora o giù di lì. Sara’ pronto quando diventera’ il doppio della sua dimensione originale.


Per la cottura, se si dispone di un forno a legna accendetelo, se invece utilizzate il forno della cucina, preriscaldatelo a 250 C.


Quando l'impasto è pronto, spingerlo verso il basso in modo che l'aria che si è accumulata in esso venga rilasciata. Dividete la pasta a metà, date la forma di una palla ad ogni meta’ e lasciate riposare per 15 minuti. Poi formate due dischi, stendendo con il mattarello dal centro verso l’esterno su una superficie infarinata. Non reimpastate perche’ si indurisce la pasta.


Ora siete pronti per preparare le pizze: spargere la salsa di pomodoro o i pomodori pelati tritati sopra l’impasto, lasciando un centimetro dal bordo, aggiungere gli ingredienti preferiti (mozzarella, prosciutto, funghi, salame piccante. ...), e cuocere in forno.


Utilizzate la carta da forno infarinata per trasferire la pizza dal piano di lavoro al forno.


La pizza sarà pronta quando la crosta sara’ dorata e gli ingredienti saranno cotti, ci vorranno 3 minuti in un forno a legna e circa 15 minuti in un forno normale. Se ci accorgiamo che la mozzarella comincia a rosolare prima che gli altri ingredienti siano cotti, la prossima volta aggiungetela con gli altri ingredienti dopo che la base e’ stata in forno per 5 minuti.

 
     
 
  Gnudi  
 

Ingredienti:



  • 500 gr  di ricotta di pecora fresca

  • 700 gr di spinaci

  • 1 uovo

  • burro

  • Parmigiano grattugiato

  • Farina per infarinare gli gnudi

  • Sale pepe q.b.

  • Un pizzico di noce moscata


Preparazione:


Lavate le verdure e cuocetele al vapore. Úna volta cotte asciugatele in padella e poi tritatele finemente.


Schiacciate la ricotta in una ciotola per ammorbidirla, poi aggiungete le spinaci tritate e l’uovo. Mescolate bene e condite con noce moscata, sale e pepe.


Nel frattempo portate l’acqua di cottura ad ebollizione.


Date forma al composto di ricotta in gnudi, devono essere della grandezza delle noci, infarinateli prima di metterli in un piatto. Quando l’acqua bolle, salatela e cuocete gli gnudi 10 alla volta, buttandoli delicatamente nell’acqua e rimuovendoli con un mestolo forato quando vengono a galla.


Condite con burro e abbondante parmigiano grattugiato.


Gli gnudi si abbinano molto bene con il nostro vino rose’: Spaziolibero!!

 
     
 
  Pappa al pomodoro  
 

 


Ingredienti:



  • 1 kg di pomodori costoluti maturi

  • 350 gr di fette di pane toscano raffermo

  • 1,5 lt di brodo vegetale o acqua

  • 4 spicchi di aglio

  • basilico fresco

  • olio extravergine di oliva

  • sale e pepe


Preparazione:


Soffriggete l’aglio nell’olio e quando sara’ leggermente dorato aggiungete i pomodori a pezzi. Fate cuocere per 15 minuti o fino a quando i pomodori si saranno disfatti.


Tagliate il pane sottilissimo. Mettete sul fuoco il brodo e quando sara’ caldo, aggiungete i pomodori, le fettine di pane, l’aglio tritato, l’olio, il basilico intero, il sale e  il pepe.


Mescolate il composto a fuoco basso fino a quando non si sara' addensato. Spegnete il fuoco, coprite e lasciate riposare per 15 minuti.


Servite con un filo di olio a crudo e con un bicchiere di Peconio.


 


 

 
     
 
  Tortelli di Patate  
 

Ingredienti per il ripieno:



  • 1 kg di patate farinose (meglio se avete delle patate di Cetica , provenienti dall’omonimo paese in Casentino)

  • 100 gr di pancetta stagionata

  • 3 spicchi di aglio

  • 100 gr di olio extravergine di oliva

  • 3 cucchiai di salsa di pomodoro

  • 100 gr di parmigiano grattugiato

  • sale e pepe


Ingredienti per la pasta:



  • 600 gr di farina

  • 5 uova

  • 2 cucchiai di acqua

  • 1 pizzico di sale


Preparazione del ripieno:


Lavate e lessate le patate con la pelle in acqua salata fino a cottura(non devono essere molli).


Schiacciate le patate quando sono ancora calde.


Soffriggete leggermente l'aglio tritato finemente nell’olio e aggiungete la pancetta, fare sciogliere il grasso ed aggiungere la salsa di pomodoro. Cuocete per 2/3 minuti.


Mettete le patate schiacciate in una ciotola e aggiungete il composto di pancetta, due cucchiai di formaggio grattugiato e un pizzico di sale e pepe. Mescolare bene e lasciare raffreddare.


Preparazione della pasta:


Nel frattempo, fate la pasta: mettete un mucchio di farina sulla spianatoia, fate una fontana al centro,rompeteci le uova e aggiungeteci l’acqua, lavorate con le mani aggiungendo un pizzico di sale.Lavorate l'impasto fino a che non sara' liscio ed elastico, circa 15 minuti, poi stendere due fogli dello spessore di una monetina. I fogli devono essere rettangolari e della stessa dimensione.


Sistemate su uno dei due fogli una noce di ripieno distanziandola di 3 cm l’una dall’altra. Adagiate il secondo foglio sul primo e premete la pasta con le dita verso il basso tra le palline di ripieno, in modo da far aderire bene i due fogli di pasta. Con una rotella dentellata tagliate la pasta per fare dei tortelli quadrati.


Cuocere i tortelli in abbondante acqua salata, rimuoverli con un mestolo forato appena sono fatti (un minuto dopo che salgono in superficie).Metteteli in una ciotola da portata, versate il burro fuso e il restante formaggio grattugiato su di loro e servite.


Si possono servire anche con sugo di carne o salsa di pomodoro e formaggio grattugiato. Servire con un vino abbastanza ricco, per esempio il nostro Psyco .

 
     
 
  Ragu' di Chianina  
 

Ingredienti:



  • 1 costa di sedano tritata

  • 1 carota tritata

  • 1 cipolla rossa secca tritata

  • 300 gr macinato di chianina

  • 1 bicchiere di vino rosso Peconio

  • 300 gr di pomodori pelati

  • olio extravergine di oliva

  • conserva di pomodoro

  • sale


Preparazione:


Tritate la cipolla, la carota e il sedano e rosolateli in una casseruola con l’olio.


Quando la cipolla e’ dorata, aggiungete il macinato di Chianina e continuate la cottura fino a che non e’ dorata.


Incorporate il vino e lasciate sobbollire il sugo fino a quando il vino non sara’ evaporato, aggiustate di sale e aggiungete il concentrato, diluito in poca acqua, e i pomodori pelati.


Continuate a far sobbollire a fuoco molto basso, mescolando di tanto in tanto, fino a quando non si forma in superficie una pellicola di olio.


Il sugo migliorera’ costantemente durante la cottura e se si ha il tempo di cuocere piu’ a lungo.


Cuocete la pasta e conditela con il sugo, servitela con parmigiano grattugiato e con una bottiglia di Peconio!!

 
     
 
  Topini (Gnocchi)  
 

Gli gnocchi sono fantastici con tutti i tipi di salse, da una semplice salsa al pomodoro ad un ricco ragu’ di carne. In Toscana gli gnocchi sono chiamati Topini, perche’ quelli fatti in casa somigliano vagamente per forma e dimensione a dei topini.


Ingredienti:



  • 1 kg di patate farinose sbucciate

  • circa 250/300 gr di farina


Preparazione:


Per fare gli gnocchi dovete lavare e lessare le patate con la buccia in acqua fredda salata.


Le patate saranno pronte in 30-45 minuti, quando infilando uno spiedino la patata sara’ ancora compatta.


Sbucciatele e schiacciatele mentre sono ancora calde.


Impastate lentamente le patate con la farina quanto basta per ottenere un impasto liscio compatto e non appiccicoso, esattamente la quantita’ di farina dipende da quanto sono umide le patate.


Stendete la pasta in serpentelli sottili come un dito e tagliatela in pezzetti da due centimetri.


Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua bollente salata, toglieteli con un mestolo forato un minuto o due dopo che sono saliti in superficie. Scolateli bene e serviteli con qualche foglia di basilico, burro e parmigiano o con ragu’ di carne o con pomarola o pesto.


Il vino? Spaziolibero con gli gnocchi burro e salvia, al pesto o con la pomarola, Tiratari con gli gnocchi al ragu’.


Buon appetito!

 
     
 
  Risotto al Tiratari  
 

Questo è un piatto che si trova in tutto il nord e il centro Italia, il nome cambia con la posizione perché così fa il vino. In Piemonte è il risotto col Barbera o col Barolo,in Veneto è risotto col Valpolicella, mentre in Toscana e' risotto col Chianti. La cosa importante è che il vino sia ben asciutto, il piatto finito avrà una piacevole acidità che va abbastanza bene con il formaggio grattugiato, e, come primo piatto, è un meraviglioso inizio di un pasto.


Ingredienti:



  • 500 gr di riso Carnaroli, Vialone Nano o un altro riso a grana fine come ad esempio l'Arborio

  • Burro

  • una cipolla tritata

  • Brodo di carne o di verdure se preferite

  • 2 bicchieri di Tiratari

  • Parmigiano e Grana Padano

  • Sale q.b.

  • olio extra vergine di oliva


Preparazione:

Scaldate l'olio extravergine d'oliva in una padella, aggiungete la cipolla e fatela rosolare finoa quando non sara' leggermente dorata.

Aggiungete il riso e cuocete a fuoco molto basso affinche' non si attacchi.

Quando il riso e' diventato translucido, iniziate ad aggiungere il Tiratari, un bicchiere alla volta, aspettando che evapori prima di aggiungerne altro.

Quindi aggiungere il brodo, un mestolo alla volta.

Una volta che il riso e' al dente spegnete il fuoco, mantecate con il burro e il formaggio e servite.

Il vino? Piu' Tiratari di quello che avete messo nel risotto.

 

 
 
     
 
  Minestra di pane o Ribollita  
 

La minestra di pane e la ribollita sono due dei modi migliori di utilizzare il pane Toscano. Noi toscani facciamo questa zuppa invernale con foglie di cavolo nero e una grande varieta’ di verdure di stagione le cui foglie sono di un verde molto scuro. Quando è riscaldata il giorno dopo, la Minestra di Pane diventa ribollita, ed è ancora meglio!


Ingredienti:



  • 400 gr di fagioli secchi, lavati e tenuti in ammollo per 12 ore;

  • 2 spicchi d’aglio

  • 400 gr di pane raffermo Toscano

  • 150 gr di cavolo nero tagliato

  • 2 carote

  • 2 0 3 patate sbucciate e tagliate a cubetti

  • 150 gr di bietole tagliate

  • 2 coste di sedano

  • 6 o 7 pomodorini

  • sale

  • olio extra vergine d’oliva

  • cipolla da usare come cucchiaio


 


Preparazione:


Lessare i fagioli coprendoli di acqua,unire due spicchi di aglio e niente sale, aggiungere altra acqua bollente se necessario per tenerli sommersi. A questo punto soffriggere la carota e il sedano nell’olio,in una pentola dal fondo pesante. Quando il soffritto e’ diventato translucido, aggiungere i pomodorini e il liquido dei fagioli. Aggiungere poi il cavolo, le bietole e le patate. Incorporate i fagioli e condire a piacere con sale e pepe. Fate bollire fino a quando le patate sono cotte (assaggiate per valutare il grado di cottura).


Prendete un piatto da portata che puo’ essere riscaldato (o in alternativa un tegame in terracotta) e riempitelo alternando fette sottili di pane e minestra,assicurandosi che il pane si inumidisca, fino ad esaurimento della minestra.


Servito immediatamente il piatto si chiama minestra di pane o zuppa di pane. Se si lascia riposare per un  giorno e poi si riscalda viene invece chiamata Ribollita ed e’ uno dei pochi motivi per essere entusiasti dell’arrivo dell’inverno.


Viene servita come primo piatto, con a fianco un’ampolla di olio extra vergine di oliva in modo che gli ospiti possano cospargerlo sulla minestra secondo il loro gusto.


Il vino? Psyco 2009 cosi’ come il nostro rose’: Spaziolibero.


 

 
     
 
  La vera bistecca Fiorentina  
 

 


 Serve una Bistecca di Chianina alta almeno 3 cm; la brace deve essere


abbondante e la griglia distanziata circa 3 cm dalla brace medesima.


Il segreto è tutto nella cottura.


 


Cuocere 7 minuti da una parte, senza mai girare, poi girare e cuocere


per altri 7 minuti. Quando si gira mettere del sale grosso sulla parte


che è stata già cotta. Infine mettere  la bistecca in piedi,  ritta


sull'osso, e cuocere per altri 7 minuti. Il risultato è assicurato


(se la carne era buona).


 


Abbinamento: Peconio 2009. Vino di struttura decisa, ma con tannini


comunque morbidi che ben si abbina con la tendenza dolce carne.

 
     
vino cantine toscana Ricette Dicono di Noi Video Vino Villa La Ripa
 
Villa La Ripa di Saverio, Adriana e Claudia Luzzi - Loc. Antria, 38 - 52100 Arezzo - Tel.: 0575 315118 - E-Mail.: info@villalaripa.it
P. Iva 00864190517